• 0
Come prenderti cura delle tue bici

1) Non affrettare il tuo lavoro sulla bici, a mani nude. La fretta può farti male. Quando eserciti pressione su una parte che stai cercando di stringere o allentare, quella parte potrebbe cedere improvvisamente, facendo sì che la tua mano colpisca il metallo. È molto più sicuro indossare guanti da lavoro o persino guanti da ciclismo. Studia le parti e pensa attentamente al compito prima di iniziare. Pianifica la tua azione. In questo modo, avrai meno probabilità di prelevare il tuo stesso sangue o di ammaccarti quando qualcosa cede. Tira piuttosto che spingere. Non mettere tutto il tuo peso corporeo dietro qualcosa che potrebbe staccarsi senza preavviso. Ecco un suggerimento: prima di iniziare a esercitare pressione su un bullone della pedivella, metti la catena sull'anello grande. Coprirà quei denti affilati della corona se la tua mano scivola. Quando si utilizzano leve per pneumatici su uno pneumatico per copertoncino, non lavorare all'altezza degli occhi. Applicare forza con il palmo della mano. In questo modo, se qualcosa scivola, la leva verrà fermata dalla tua mano e non catapultata in faccia.

 

Ci vogliono occhi acuti e mani morbide per usare bene una rivettatrice a catena.

2) Non ignorare l'usura dei cerchi. se la tua bici ha freni a pattino, ispeziona regolarmente i tuoi cerchi per verificarne l'usura. È facile, una volta trovato il solco debole o le fossette poco profonde sul bordo. Le frenate ripetute e brusche cancelleranno questi segni, che sono una misura di sicurezza posta dal produttore. Se non riesci a trovare fossette o scanalature, significa che un po 'di lega è stata rimossa dal cerchio, che non è più forte come quando era nuovo. Se la superficie frenante è concava, è ancora peggio e molto probabilmente mostra che la parete del cerchio ha uno spessore inferiore a 1 mm. Fai sostituire quei cerchi! Se una ruota anteriore debole cede in velocità, ci saranno gravi conseguenze per il pilota.

 

3) Non stringere i raggi solo per una vera ruota.  Una ruota di bicicletta è una struttura tensegrità - forte perché è allungata. E le tensioni sono bilanciate tra sinistra e destra, a condizione che in una ruota posteriore bombata, i raggi del lato destro assorbano metà della tensione messa nei raggi del lato sinistro. Se è necessario stringere un lato per curare un'oscillazione, mantenere un equilibrio delle tensioni allentando l'altro. La costruzione delle ruote e la centratura non sono un'arte per i dilettanti, e se ti ritrovi con i capezzoli dei raggi schiacciati, chiedi aiuto a un professionista.     

Questo nipplo per raggi non deformato è correttamente tensionato.

 

4) Non guidare con la ruota anteriore allentata. Ora per una delle cose da non fare più pericolose nel ciclismo. La ruota anteriore di molte biciclette è montata in modo errato e pericoloso. Alcune persone semplicemente avvitano la leva di rilascio rapido in tondo finché il mozzo non incontra i forcellini. Funziona solo con il sistema DT. Tutti gli altri sistemi di sgancio rapido devono essere regolati. Ruotare il dado in modo che quando il mozzo si trova nei forcellini, la leva si sposti completamente e scatti in posizione, bloccando saldamente la ruota. Poiché la ruota anteriore viene rimossa più spesso di quella posteriore, c'è un reale pericolo che lo sgancio rapido possa scivolare fuori allineamento. E alcuni ciclisti sono stati conosciuti per guidare con ruote anteriori allentate, il che è implorante per il disastro. Quindi non dimenticare di controllare lo sgancio rapido o il perno passante prima di partire.   

 

5) Non ignorare la pressione dei pneumatici. Prima di passare dalle ruote al telaio, dobbiamo considerare la cura e la manutenzione degli pneumatici. Alzali troppo forte e si sentono a disagio; troppo morbida e la bici è fiacca. Ad ogni modo, si consumano più velocemente. È necessario prestare particolare attenzione alle camere d'aria in lattice, che possono fuoriuscire fino a 20 psi durante la notte. Impara a giudicare la pressione della bici da strada facendo un "rumore metallico" sul pneumatico con un'unghia. Trova qual è la pressione consigliata per il tuo peso corporeo e il tipo di guida. Inseriscilo con una pompa in posizione verticale e un manometro e prendi nota del tono del "rumore metallico". Questo ti guiderà - dopo una foratura sulla strada  

 

6) Non guidare con una catena pericolosa. Il normale rivetto è un vantaggio per il ciclista e un'arma letale nelle mani di un meccanico di bici dilettante o frettoloso. Hai bisogno di un buon occhio e di una vista ravvicinata per accertarti che un rivetto sia passato attraverso e sia visibile su entrambi i lati del collegamento. In caso contrario, per essere assolutamente certi, procurati un collegamento speciale che non necessita di un rivetto. Non dimenticare di controllare regolarmente la lunghezza della catena. Esistono strumenti semplici per misurare l'allungamento della catena e una catena tesa può masticare costosi anelli e ruote dentate. Pulisci regolarmente e non lubrificare eccessivamente. Ottieni una nuova catena dopo 1500 miglia. I roadmen professionisti cambiano le catene molto più frequentemente. 

  

7) Non stringere troppo i pedali o installarli senza grasso. Utilizzare sempre un lubrificante, perché i pedali montati a secco si attaccheranno. Sarà necessaria una forza eccessiva per rimuoverli. Lo stesso problema peggiora se stai avvitando acciaio o titanio nella lega. I pedali sinistro e destro hanno filettature opposte; questo per evitare che si svitino durante la rotazione delle pedivelle. Il design significa che i pedali tendono naturalmente a diventare più stretti durante l'uso. Quindi, sii gentile: se hai una chiave dinamometrica adatta, 30 Nm dovrebbero fare il trucco con i pedali ingrassati. Ma se hai i pedali troppo stretti, asciutti o meno, potresti finire con un problema costoso che solo un meccanico professionista può risolvere. E avrai bisogno di nuovi pedali se i vecchi fili si sono corrosi.  

 

Sii gentile con i pedali e usa il grasso

 

8) Non dimenticare il grasso del reggisella. Qui abbiamo lo stesso problema dei pedali, con l'incontro di due metalli. Non c'è niente di così difficile da rimuovere come un reggisella grippato. Rimuovere, pulire e lubrificare nuovamente ogni sei mesi circa. Non farlo e il tuo reggisella sarà lì per sempre. I pali in carbonio si attaccano anche ai telai in carbonio, quindi segui lo stesso consiglio, utilizzando una formula di pasta di montaggio.  

 

Il reggisella si gripperà se non ingrassato

 

9) Non essere negligente con l'auricolare. Ciò richiede uno studio del meccanismo. Quando è necessario regolare una cuffia allentata, alcuni meccanici dilettanti serrano il tappo superiore. Ma non allentano prima i bulloni dello stelo e il risultato è un danno al tappo, così come la rondella a stella o il tappo di espansione all'interno del piantone dello sterzo. L'espansore potrebbe persino estrarsi. Per farlo bene, reinserire l'espansore in modo che l'attacco manubrio si trovi a circa 5 mm sopra l'estremità del piantone dello sterzo. Indossare il tappo, quindi ruotare delicatamente il bullone di regolazione finché la forcella non gira liberamente senza incepparsi. Quindi stringere di nuovo, delicatamente.   

 

10) Non usare la forza bruta. La bici moderna è costruita per un buon rapporto resistenza-peso, il che significa componenti super leggeri in carbonio, titanio e dural. Come abbiamo consigliato con le cuffie, trattare queste parti fragili richiede un tocco delicato. Ingrassare bulloni e rondelle; utilizzare strumenti e chiavi a brugola con manici corti. Se puoi permetterti una chiave dinamometrica, scoprirai che la maggior parte delle impostazioni di reggisella, serie sterzo e attacco manubrio sono comprese tra 10 e 5 Nm. Un meccanico dalla mano pesante può facilmente distruggere tali parti.  

Strumenti utili.

Nella tua ricerca per evitare le cose da non fare, avrai bisogno di questi oggetti.

  1. Grasso
  2. Chiavi a brugola da 3,4,5 mm
  3. Strumento per rivetti (o collegamento) per catena
  4. Strumento di misurazione della catena
  5. Pompa con manometro
  6. Chiave per pedali
  7. Chiave di coppia
  • Luglio 01, 2019
  • Categoria: Articoli
  • Commenti: 0